Digitale terrestre, quello che nessuno vi dice: forse è per questo che vi spariscono i canali

La rivoluzione del digitale terrestre non è ancora stata completata: tra problemi di antenne e canali siamo ancora lontani dall’optimum.

Sono anni ormai che si parla del famigerato DVB-T2, il punto di arrivo della rivoluzione del digitale terrestre che ci avrebbe dovuto portare a quell’estensione dello standard DVB-T per una modalità di trasmissione televisiva digitale terrestre, un contenitore aperto, in cui possono essere inglobati differenti sistemi di codifica: dall’MPEG-4 al HEVC. Il condizionale è d’obbligo: la rivoluzione del digitale terrestre ci avrebbe dovuto portare al DVB-T2.

Digitale Terrestre con canali che non si vedono
Digitale Terrestre, problemi in dirittura di arrivo verso il DVB-T2 – mondoNews24.it

L’Italia è stata divisa in aree, abbiamo cambiato televisori (soprattutto quelli dal 2018 a ritroso), comprato dispositivi esterni e nuovi decoder, fatto i test sui canali 100 e 200 per capire se il nostro dispositivo era compatibile con il nuovo standard in un certo senso imposto dalla Comunità Europea in tempo di progresso verso il digitale.

Un lungo percorso, almeno (se non di più) di un paio d’anni, eppure tuttora un cambiamento c’è stato, ma ancora la “versione definitiva” del digitale terrestre e di quel famigerato DVB-T2 non è stata completata del tutto. Ci manca sempre un centesimo per fare un euro: innumerevoli i problemi presenti in Italia, un paese dove le connessioni non sono per niente performanti come in altri paesi né omogenee, con troppe zone rimaste ancora indietro, isolate. E con i canali, poi, è un bel problema.

Come provare a risolvere i problemi

Sull’antenna che dà problema la chiamata a un tecnico rimane la soluzione migliore rispetto al fa-da-te. Sui canali che spariscono qualcosa in più si può fare. Il primo passaggio, una volta accertato che il nostro dispositivo è compatibile con i nuovi standard di trasmissione, è quello di una bella sintonizzazione automatica dei canali: menu del telecomando, sintonizzazione (o Ricerca automatica), Antenna come metodo di ricerca, se c’è bisogno del PIN (che non è mai stato precedentemente impostato) 0000, 1111, oppure 1234, avvio procedura.

Digitale Terrestre sintonizzazione canali
Digitale Terrestre, sintonizzazione e aggiornamenti: i metodi migliori da attuare – MondoNews24.it

Sono in molti ad aver risolto problemi con una semplice sintonizzazione. Se ancora non va, si può provare con un aggiornamento software, tramite tre modalità. La prima, denominata OTA, è il metodo più classico: non serve una connessione, basta attivare l’update automatico presente su tutte le televisioni.

La seconda, invece, ha bisogno di una chiavetta USB e di una connessione, andare sul sito del produttore della nostra (smart) tv e scaricare l’aggiornamento più recente in base al modello. La terza modalità, infine, è collegare il dispositivo tramite rete WiFi, scaricando il software direttamente online. Ancora nulla? Purtroppo la rivoluzione da digitale terrestre non è stata ancora completata.