Lifestyle

Turismo carissimo : tassa di soggiorno fino a 10 euro a notte

Con il nuovo emendamento in manovra una serie di Comuni avranno il via libera per aumentare la tassa di soggiorno fino a 10 euro a notte.

Le casse comunali, spesso al verde, tirano un sospiro di sollievo immaginando il lauto guadagno, visto che già oggi, con il limite massimo di 5 euro, 1.020 municipi incassano circa 600 milioni di euro all’anno dall’imposta di soggiorno o la tassa di sbarco. Si tratta del 13% dei Comuni totali presenti nel nostro Paese, ma questa piccola fetta ospita il 75% dei pernottamenti complessivi registrati ogni anno in Italia.
Dove si pagherà di più.

Non tutti i Comuni potranno però approfittare della novità, bensì soltanto quelli individuati da un apposito decreto ministeriale. Al momento è già stato stabilito un primo paletto: quello delle presenze turistiche. Dunque: semaforo verde per i Comuni che ospitano un numero di viaggiatori superiore di 20 volte quello dei residenti (nella prima versione era addirittura a 10). Dando uno sguardo alla classifica delle presenze turistiche sui dati Istat, possiamo comporre una prima e ipotetica lista di municipi adibiti ad alzare la tassa di soggiorno.

Venezia e Firenze sono i primi della lista, considerando che contano rispettivamente 11 e 10 milioni di presenze. Tra le località più piccole, con pochi abitanti e tantissimi turisti, troviamo Jesolo (5,6 milioni di viaggiatori), Sorrento (2,4 milioni), Cortina (1,6 milioni ) .

Fonte : il Giornale.it