Lifestyle

Non si dorme con le lenti a contatto

Sanihelp.it – Spesso portare gli occhiali non è comodo e qualcuno può non piacere. Indossare le lenti a contatto può essere una soluzione.

Chi vuole indossare le lenti a contatto, però come sottolinea Pasquale Troiano, Primario di Oculistica dell’Ospedale Sacra Famiglia Fatebenefratelli di Erba (Como) che presiede il comitato tecnico-scientifico della Società Oftalmologica Italiana :

« Deve sottoporsi a una visita medica oculistica di idoneità presso un medico oculista che potrà indicare il tipo di lente a contatto più adatta, la metodica di manutenzione indicata e il tipo di utilizzo più idoneo. Per esempio, se un soggetto ha la necessità di utilizzare lenti a contatto durante le ore del sonno, è assolutamente necessario inquadrare il paziente anche sul piano della salute generale. Quando le palpebre sono chiuse, infatti, il rifornimento di ossigeno alla superficie oculare è garantito dalla ricca rete vascolare della congiuntiva palpebrale superiore. I soggetti anemici, i diabetici , i fumatori hanno una concentrazione di ossigeno circolante molto ridotta e questo causa una grave ipossia corneale se viene introdotta una lente a contatto durante il sonno. La lente a contatto morbida è certamente preferibile nella stragrande maggioranza dei casi»-

LEGGI ANCHE Reddito di cittadinanza: tre miliardi di euro spesi per mille posti di lavoro

Non perderti gli articoli più interessanti è resta con noi su MondoNews24

Rimani aggiornato, seguici su Facebook