Cronaca

“È una scimmia impertinente”: un bimbo di due anni è stato ucciso dalla madre e dall’amante

“È una scimmia impertinente” Il piccolo Kiegan, due anni, è morto per ferite gravi alla testa. Accusati dall’orribile crimine sono la madre del bimbo e il suo amante. Il bimbo è morto il giorno successivo dopo aver compiuto due anni apparentemente per un arresto cardiaco.

La storia si è svolta a Doncaster, nel Regno Unito. Secondo il Daily Mail, la 32enne Sarah O’Brien e il 36enne Martin Currie sono stati accusati di omicidio. Il bimbo – che è stato descritto da sua madre come una “scimmia impertinente” – è stato portato all’ospedale di Doncaster, nello Yorkshire, e un esame post mortem ha rivelato che il ragazzo è in realtà morto per lesioni multiple alla testa.

Currie e O’Brien rimarranno sotto la custodia della polizia fino a quando non appariranno al Doncaster Magistrates Court. Le fotografie scattate dalla stampa sulla scena del crimine mostrano un’auto della polizia parcheggiata fuori dalla proprietà sulla terrazza, dove si presume sia stato compiuto l’omicidio. 

LEGGI ANCHE Chi era il ragazzo morto congelato nel carrello di atterraggio dell’aereo per raggiungere l’Europa

Non perderti gli articoli più interessanti e resta con noi su MondoNews24

Rimani aggiornato, seguici su Facebook